Kintsugi - la riparazione della ceramica con l'oro

Tecnica giapponese

//Cos’è il Kintsugi

Cos’è il Kintsugi

Kintsugi: la riparazione del pezzo in ceramica va messa in evidenza e non nascosta.

In Giappone, nasce nel 1400 questa tecnica per la riparazione delle ceramiche. Quest’arte consiste nell’evidenziare le crepe della rottura con della polvere dorata. Il nome stesso: Kintsugi vuol dire: riparare con l’oro.

kintsugi

I pezzi causati dalla rottura non possono che essere casuali e l’idea di evidenziarli con metalli preziosi come oro e argento porta a riflettere su come le cicatrici possano diventare un elemento di unicità e che vadano valorizzate.

La pratica del Kintsugi parte dal concetto che dall’imperfezione e da una ferita possa nascere una forma di perfezione estetica. Una perfezione non solo esteriore, ma anche interiore.
Al giorno d’oggi se qualcosa si rompe siamo pronti a buttarla via senza esitazione. Invece il popolo giapponese, nella sua profonda saggezza, rende ogni oggetto un frammento di unicità, tra l’intreccio casuale e bellissimo dei solchi che si rincorrono. La crepa riempita di oro rende il vaso unico nel suo genere.

Nella pratica:

Ho avuto modo di avvicinarmi a quest’arte proprio a Tokyo, in uno studio di Ceramisti giapponesi. La ragazza che ci ha seguito ci ha fatto scegliere il pezzo da aggiustare. Il primo passaggio consiste nell’incollare i pezzi tra di loro. Successivamente vanno riempite, con lo stucco, le crepe più grosse. L’ultimo passaggio consiste nell’utilizzo di una colla ad asciugatura lenta e nell’applicazione di polvere d’oro (o d’argento). Un’esperienza che fa bene, perché apre il cuore, aiuta a perdonare se stessi, a non ripetere gli stessi errori. La filosofia dietro la tecnica è non nascondere la storia dell’oggetto, ma enfatizzarla tramite la riparazione. Il procedimento di solito dà luogo a un oggetto che è più bello dell’originale. La tecnica tradizionale del kintsugi è assai complessa e difficilmente riproducibile, soprattutto perché è pressoché impossibile reperire la lacca urushi necessaria fuori dal Giappone. Tuttavia, grazie alla moderna tecnologia delle resine sintetiche, possono essere eseguite riparazioni di ceramiche in stile kintsugi con materiali all’avanguardia che, tra l’altro, hanno il pregio di essere più forti e avere una maggiore longevità rispetto al metodo tradizionale a base di lacca urushi.

2018-07-04T23:27:53+00:00